Numero verde segnalazione guasti: 800 632 746

Stipula del contratto di fornitura di acqua potabile

Proprietario - Usufruttario, uso, abitazione

(diritti reali riferiti ad atto Pubblico) (* è ammessa l'autocertificazione)

  1. Ultima bolletta / Intestatario del contratto con relativo codice utente
  2. Fotocopia Atto di compravendita o Promessa di vendita per atto pubblico (All. 1)
  3. Dichiarazione sostitutiva per la comunicazione dei dati catastali dell’immobile all’anagrafe tributaria
  4. Fotocopia Visura catastale aggiornata in corso di validità in fotocopia da lasciare agli atti non oltre sei mesi (* all. 3)
  5. Fotocopia Certificato di residenza (* all. 4) o dichiarazione di elezione della residenza (* all. 4/A)
  6. Fotocopia Codice fiscale o partita I.V.A. e certificato camerale se esercita attività commerciale
  7. Fotocopia Documento di riconoscimento in corso di validità
  8. Consegnare marca da bollo da € 16,00
  9. Pagamento oneri contrattuali pari a €. 164,35
Locatario o Detentore giusto titolo

(Locazione, comodato gratuito riferiti a scrittura privata registrata presso l’Agenzia delle Entrate) (* è ammessa l’autocertificazione)

  1. Ultima bolletta / Intestatario del contratto con relativo codice utente
  2. Fotocopia Contratto di affitto o comodato regolarmente registrati presso l’Agenzia delle Entrate
  3. Dichiarazione sostitutiva per la comunicazione dei dati catastali dell’immobile all’anagrafe tributaria
  4. Fotocopia Visura catastale aggiornata in corso di validità non oltre sei mesi (* all. 3)
  5. Fotocopia Certificato di residenza (* all. 4) o dichiarazione di elezione della residenza (* all. 4/A)
  6. Fotocopia Codice fiscale o partita I.V.A. e certificato camerale se esercita attività commerciale
  7. Fotocopia Documento di riconoscimento in corso di validità
  8. Consegnare marca da bollo da € 16,00
  9. Pagamento oneri contrattuali pari a €. 164,35
Nuovo allacciamento - Contratto a seguito disdetta d'Ufficio

(* è ammessa l’autocertificazione)

  1. Ultima bolletta / Intestatario del contratto con relativo codice utente
  2. Fotocopia Atto di compravendita o Promessa di vendita per atto pubblico (All. 1)
  3. Fotocopia Concessione edilizia
  4. Fotocopia Certificato di abitabilità per le abitazioni di agibilità per i Depositi etc
  5. Per le costruzioni anteriori al 31/01/1977 Dichiarazione che l’immobile non ha subito modifiche per i quali è obbligatorio il rilascio di autorizzazioni da parte del Comune allegando Perizia giurata (* all. 2)
  6. Dichiarazione sostitutiva per la comunicazione dei dati catastali dell’immobile all’anagrafe tributaria
  7. Fotocopia Visura catastale aggiornata in corso di validità non oltre sei mesi (* all. 3)
  8. Fotocopia Certificato di residenza (* all. 4) o dichiarazione di elezione della residenza (* all. 4/A)
  9. Fotocopia Codice fiscale o partita I.V.A. e certificato camerale se esercita attività commerciale
  10. Fotocopia Documento di riconoscimento in corso di validità
  11. Pagamento diritti allaccio alla rete pari a € 223,87 (€ 183,50 +I.V.A 22%)
  12. Consegnare marca da bollo da € 16,00
  13. Pagamento oneri contrattuali pari a €. 164,35
Nuovo allacciamento per abitazione di nuova edificazione

(* è ammessa l’autocertificazione)

  1. Fotocopia Concessione edilizia
  2. Fotocopia Certificato di abitabilità per le abitazioni di agibilità per i Depositi etc
  3. Per le costruzioni anteriori al 31/01/1977 Dichiarazione che l’immobile non ha subito modifiche per i quali è obbligatorio il rilascio di autorizzazioni da parte del Comune allegando Perizia giurata (* all. 2)
  4. Dichiarazione sostitutiva per la comunicazione dei dati catastali dell’immobile all’anagrafe tributaria
  5. Fotocopia Visura catastale aggiornata in corso di validità non oltre sei mesi (* all. 3)
  6. Fotocopia Certificato di residenza (* all. 4) o dichiarazione di elezione della residenza (* all. 4/A)
  7. Fotocopia Codice fiscale o partita I.V.A. e certificato camerale se esercita attività commerciale
  8. Fotocopia Documento di riconoscimento in corso di validità
  9. Pagamento diritti allaccio alla rete pari a € 488,00 ( € 400,00 +I.V.A 22% )
  10. Consegnare marca da bollo da € 16,00
  11. Pagamento oneri contrattuali pari a €. 164,35
Agevolazioni (Successioni, Separazione)

Successione ereditaria di soggeto non convivente con l'Utente

  1. costo € 74,35
  2. Consegnare marca da bollo da € 16,00
  3. È ammessa la delega (con firma autenticata) al terzo

Successione ereditaria di convivente con l'Utente

  1. costo zero
  2. voltura del contratto da parte di parenti in linea diretta di 1° e 2° grado (genitori, figli, nonni, nipoti (figli dei figli), parenti in linea collaterale di 2° grado (fratelli e sorelle) e affini di entro 1° grado (suoceri) che siano convineti con l'utente da almeno dodici mesi
  3. Consegnare marca da bollo da € 16,00
  4. È ammessa la delega (con firma autenticata) al terzo

Assegnazione al coniuge per separazione e/o divorzio

  1. costo zero
  2. è necessaria la copia della sentenza
  3. Consegnare marca da bollo da € 16,00
  4. È ammessa la delega (con firma autenticata) al terzo

Allegati

Procedura per la disdetta di un contratto

  1. Soltanto l'intestatario del contratto puo' effettuare la disdetta oppure un delegato dello stesso
  2. Scaricare il modulo di disdetta, compilarlo tralasciando i dati di competenza dell'acquedotto (Vol. e pag.)
  3. Accertarsi di avere assolto ad ogni incombenza nei confronti della Societa'
  4. Inviare il modulo ed una fotocopia del documento di riconoscimento mediante mail (info@acquedicasalotto.it) oppure raccomandata o via fax.

Allegati

Riepilogo Costi - Contratti et altri oneri o spese

Aumento I.V.A. 22% a carico della Società.
L’art. 40 comma 1° ter D.L. 98/2011 statuisce l’aumento dell’I.V.A. dal 21 al 22 % con decorrenza dall’1 ottobre 2013.
La “Acque di Casalotto S.p.A.” comunica agli Utenti che l’aumento dell’I.V.A. al 22 % non produrrà variazione sulle somme dovute per servizi, restando tale aumento a carico della Società.

Il Direttore Generale
Dott. Antonino Guidotto

Costi

Contratto utenza idro – potabile, esclusa la marca da bollo di € 16,00 . Il deposito cauzionale verrà pagato nelle tre bollette successive come previsto dalla Delibera 86/2013 DIR - Autorità E.E.G.SI € 164,35
Contratto utenza idro - potabile per variazione intestatario perSuccessione ereditaria NON convivente con l'utente, esclusa la marca da bollo di € 16,00. Il deposito cauzionale verrà pagato nelle tre bollette successive come previsto dalla Delibera 86/2013 DIR - Autorità E.E.G.SI € 74,35
Contratto utenza idro - potabile per variazione intestatario perSuccessione ereditaria convivente con l'utente, esclusa la marca da bollo di € 16,00. Il deposito cauzionale verrà pagato nelle tre bollette successive come previsto dalla Delibera 86/2013 DIR - Autorità E.E.G.SI Costo zero
Contratto utenza idro - potabile per variazione intestatario perAssegnazione al coniuge per separazione e/o divorzio(sentenza) , esclusa la marca da bollo di € 16,00. Il deposito cauzionale verrà pagato nelle tre bollette successive come previsto dalla Delibera 86/2013 DIR - Autorità E.E.G.SI Costo zero
Diritto di allaccio alla rete idro potabile ( a seguito risoluzione del contratto per morosità o manomissione etc. ) € 223,87
Diritto di allaccio alla rete idropotabile Nuova costruzione € 489,00
E' previsto il pagamento dei diritti di segreteria nel caso di :
  • Rilascio copia Contratto utenza ( esclusa la marca da bollo di € 16,00 )
  • Rilascio duplicato di fattura
€ 5,00
Diritti d’Ufficio € 5,00
Sopralluogo Ufficio Tecnico per contratti nuova utenza € 160,00
Verifica Contatore – Dep. Cauzionale € 60,00
Sopralluogo per fornitura per usi diversi € 160,00
Richiesta sopralluogo Tecnico – non riferibile ad altra voce € 160,00
Interventi inutili ( a seguito di chiamata dell’Utente, ma per lavori non di competenza o ascrivibili alla Società ) € 100,00
Riallaccio per Morosità € 100,00
Indennità di Mora per ritardato pagamento oltre il 15° giorno dalla scadenza della fattura " il 6% in misura fissa "
Interessi legali per ritardato pagamento oltre il 90° giorno dalla scadenza
Penale per opposizione alla esecuzione di Ordine di servizio di sospensione dell’erogazione di acqua per ritardato pagamento delle morosità a seguito di preavviso sulla fattura € 50,00
Rimozione “flessibile” e/o allaccio abusivo e/o manomissione e/o rottura dei sigilli e ri – apposizione dei sigilli rotti € 126,00
Ripristino erogazione a seguito riduzione del flusso € 130,00
Sostituzione contatore “Rotto dall’utente” € 70,00

Procedura per la richiesta di domiciliazione bancaria

  1. Scaricare il modulo della domiciliazione bancaria
  2. Compilare il modulo in ogni sua parte
  3. Portare il modulo compilato presso gli uffici della Società Acque di Casalotto

Allegati

Tariffe

Data Gazzetta File Scarica
27/06/2016 00:00:00 gazzetta_tariffe20160610.pdf
04/11/2014 00:00:00 gazzetta_tariffe20141024.pdf
05/08/2014 00:00:00 gazzetta_tariffe20140801.pdf
08/10/2010 00:00:00 gazzetta_tariffe20101008.pdf
09/07/2010 00:00:00 gazzetta_tariffe20100528.pdf
21/07/2006 00:00:00 gazzetta_tariffe20060721.pdf
11/07/2003 00:00:00 gazzetta_tariffe20030711.pdf

Piano Tariffario

Domestico Residente
Fasce di Consumo (Annuale) Tariffa al mc (€) Comp. UI1 (€) Comp. UI2 (€) Comp. UI3 (€) Totale Tariffa (€)
Tariffa agevolata fino a 30 mc 0,1720 0,004 0,009 0,005 0,19
Tariffa base da 31 a 120 mc 0,8599 0,004 0,009 0,005 0,8779
1° Ecc. da 121 a 180 mc 0,9918 0,004 0,009 0,005 1,0098
2° Ecc. da 181 a 240 mc 1,3218 0,004 0,009 0,005 1,3398
3° Ecc. da 241 mc in poi 1,9827 0,004 0,009 0,005 2,0007

Quote fisse

Quote Fisse Annuale (€)
Quota fissa residente 11,49
Quota fissa non residente 34,46
Quota fissa Utenze Commerciali 57,43
  • E' stata predisposta la tariffa per gli anna 2017 e 2018 che il Gestore applicherà agli utenti dalla prima fatturazione utile rispettivamente con decorrenza dall'1 gennaio 2017 e dall'1 gennaio 2018, in attuazione della Delibera N° 664/2015/R/IDR e N° 918/2017/R/IDR dell'ARERA ( Autorità di regolazione per l'Energia Reti e Ambiente ). Tariffe approvate dall' ATI ( Assemblea Territoriale Idrica ATO 2 Catania con delibera 11 del 31.7.2018 sito: www.aticatania.it)
  • Dall'1 gennaio 2018, in attuazione della delibera 918/2017/R/idr dell'Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico, oggi ARERA, è posta in riscossione la componente tariffaria UI2 destinata alla promozione della qualità tecnica.
  • Dall'1 gennaio 2018, in attuazione della delibera 897/2017/R/idr dell'Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico oggi ARERA , è posta in riscossione la componente tariffaria UI3 per la perequazione dei costi relativi al bonus sociale idrico.
  • In attuazione della delibera 664/2015/R/idr dell'Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico è stata predisposta, come previsto dall'articolo 7, la tariffa per l'anno 2016, cui alla documentazione inviata all'A.E.E.G.S.I. ed all'AATO Catania. Tariffa che il gestore applicherà agli utenti dalla prima fatturazione utile con decorrenza dall'1 gennaio 2016.
  • In attuazione della delibera 643/2013/R/idr dell'Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico è stata predisposta, come previsto dall'articolo 38 e 39, l'articolazione tariffaria e la tariffa per l'anno 2015, cui alla documentazione inviata all'A.E.E.G.S.I. ed all'AATO Catania. Tariffa che il gestore applicherà agli utenti dalla prima fatturazione utile con decorrenza dall'1 gennaio 2015.
  • l' Autorità per l'Energia Elettrica il Gas ed il settore idrico dall' 1 gennaio 2014 ha modificato la componente tariffaria UI1 per la perequazione dei costi relativi ai servizi idrici, nella somma di (per il primo semestre) a 0,4 centesimi di euro/metro cubo; tale componente è applicata a tutte le utenze del servizio idrico.
  • l' Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas dall' 1 gennaio 2013 ha istituito la componente tariffaria UI1 per la perequazione dei costi relativi ai servizi idrici, pari (per il primo semestre) a 0,05 centesimi di euro/metro cubo; tale componente è applicata a tutte le utenze del servizio idrico.
  • in applicazione alla delibera CIPE n. 117 del 18 dicembre 2008 la Società ha provveduto all'abbattimento del minimo impegnato dal 1 gennaio 2011.

Come leggere la nostra fattura

È possibile scaricare un documento che spiega come leggere la fattura cliccando qui

Riscossione Tariffa fognatura

Si comunica agli utenti che fruiscono del servizio Fognatura delle “frazioni di Aci Trezza e parte di Aci Castello”, con decorrenza dal 15 ottobre 2012 (4a emissione 2012), verrà posta in riscossione la Tariffa degli anni 2008 e seguenti.

La riscossione avverrà con le seguenti cadenze:
  • Tariffa anno 2013. Scad. Novembre /2015
  • Tariffa anno 2014. Scad. Febbraio /2016
  • Tariffa anno 2015. Scad. Novembre /2016
  • Tariffa anno 2016. Scad. Agosto /2017
  • Tariffa anno 2017. Scad. Novembre /2018
  • Tariffa anno 2018. Scad. Novembre /2019

Allegati

Canone di depurazione
Gentile Cliente, In data 27/01/2011, presso la sede del Municipio del Comune di Aci Castello, è stata individuata una procedura comune per addivenire, quanto prima, al rimborso del canone di depurazione. p.s. per scaricare il documento completo cliccare sul link comunicato stampa

Modalità di Rimborso
  • Utenze Attive:
    • In assenza di Morosità il Rimborso avviene mediante compensazione nelle successive fatturazioni fino ad esaurimento del credito.
    • In caso di Morosità il credito sarà compensato con gli importi delle fatture morose, fino ad esaurimento del debito, e solo l’eventuale credito residuo andrà a compensare gli importi delle successive fatturazioni.

  • Utenze Disdettate:
    • In assenza di Morosità il Rimborso verrà effettuato con emissione di bonifico bancario/postale previa comunicazione dell’IBAN da parte del richiedente.
    • In caso di Morosità il credito sarà compensato con gli importi delle fatture morose, fino ad esaurimento del debito, e solo per l’eventuale credito residuo verrà emesso un bonifico bancario/postale previa comunicazione dell’IBAN da parte del richiedente.

  • Utenze Disdettate che dispongono di un’Utenza Attiva:
    • In assenza di Morosità il Rimborso avviene mediante compensazione nelle successive fatturazioni dell’utenza attiva, fino ad esaurimento del credito.
    • In caso di Morosità il credito sarà compensato con gli importi delle fatture morose di entrambe le utenze, fino ad esaurimento del debito, e solo l’eventuale credito residuo andrà a compensare gli importi nelle successive fatturazioni dell’utenza attiva.

  • Utenti Deceduti:
    • Disdettate e l’Erede Richiedente NON DISPONE di un’Utenza Attiva:
      • In assenza di Morosità il Rimborso verrà effettuato con emissione di bonifico bancario/postale previa comunicazione dell’IBAN da parte del richiedente.
      • In caso di Morosità il credito sarà compensato con gli importi delle fatture morose, fino ad esaurimento del debito, e solo per l’eventuale credito residuo verrà emesso un bonifico bancario/postale previa comunicazione dell’IBAN da parte del richiedente.

    • Utenze Disdettate e l’Erede Richiedente DISPONE di un’Utenza Attiva:
      • In assenza di Morosità il Rimborso avviene mediante compensazione nelle successive fatturazioni dell’utenza attiva intestata all’erede richiedente, fino ad esaurimento del credito.
      • In caso di Morosità il credito sarà compensato con gli importi delle fatture morose sia dell’utenza attiva che disdettata, fino ad esaurimento del debito, e solo l’eventuale credito residuo andrà a compensare gli importi nelle successive fatturazioni dell’utenza attiva intestata all’erede richiedente.

Piano Tariffario - Canoni Fognatura e Depurazione

Descrizione Prezzo al mc (Lt.1000)
Canone fognatura  € 0,08
Canone depurazione  € 0,35

Fonte:  ATO 2 Acque Catania

Istanza di rimborso

Gentile Utente,
in merito all’individuazione dei criteri e dei parametri per la restituzione della quota di Tariffa non dovuta per il servizio di depurazione, la Società riporta i pareri legali degli Enti di Vigilanza :
  • Sono aventi diritto alla restituzione tutti coloro che, in base a quanto stabilito dalla sentenza della Corte costituzionale n. 335/2008, hanno indebitamente pagato la quota tariffaria di depurazione a fronte della mancata prestazione del servizio.¹
  • A tal fine, trattandosi di una fattispecie riconducibile ad un indebito, è necessaria un’espressa richiesta dell’interessato in cui venga specificato il codice utenza accompagnato dall’indirizzo della fornitura.² Tali dati può rinvenirli nell’ elenco, di cui all’art. 4 del decreto, che la “Acque di Casalotto S.p.A.”rende disponibile all’utenza sul sito www.acquedicasalotto.it e mediante Registro cartaceo.
  • Si ritiene che il diritto relativo alla restituzione si prescriva in cinque anni, ai sensi dell’art. 2948, n. 4 c.c., in conformità alla giurisprudenza prevalente della Corte dei Conti (Corte dei Conti, sez. controllo Campania, pareri nn. 24/2008, 19, 23, 24 del 2009 e sez. controllo Lombardia, parere n. 25 del 2009).In simili ipotesi, le decisioni della Magistratura convergono nello specificare che il diritto alla restituzione spetta all’utente il cui rapporto obbligatorio con il gestore/ente non sia “esaurito” nel senso che le situazioni giuridiche coinvolte non siano divenute irrevocabili in conseguenza di eventi che l’ordinamento riconosce idonei a produrre tale effetto, quali le sentenze passate in giudicato, la prescrizione o la decadenza (cfr., ex multis, Corte di Cassazione, S.U., sentenza n. 8444/2002, e Corte dei Conti, sez. controllo Veneto, parere n. 17/2009). Pertanto, l’utente ha diritto alla restituzione delle somme indebitamente versate, con riferimento alla quota di depurazione, per i ratei del quinquennio antecedente la data a partire dalla quale il diritto di credito in questione è divenuto azionabile (coincidente con la data di pubblicazione della decisione della Corte costituzionale: v., ex multis, Corte dei Conti, Sez. controllo Molise, n. 3/2009 e Cass., sez. III civile, sent. n. 19560/2003), salvo che, nel frattempo, il rapporto obbligatorio non si sia, in tutto o in parte, “esaurito” per una delle cause sopra indicate.¹

Riferimenti
  • Ministero dell’Ambiente – U.prot. GAB-2010-0032345/UL del 08/10/2010.
  • Co.N.Vi.R.I. – prot. N. 4612 del 19/10/2010

Estratto del credito e Modulo di rimborso
  • Per verificare il diritto al rimborso, clicca qui
  • Per scaricare il modulo di rimborso clicca qui
  • Per scaricare il modulo di delega ed autorizzazione alla presentazione dell'istanza clicca qui

Servizio di fornitura di acqua per usi irrigui

Sin da Luglio del 1939 vige il documento che regola l'uso dell'acqua di irrigazione tra S.p.A. Acque di Casalotto e gli utenti che usufruiscono del medesimo servizio di distribuzione. E' possibile scaricare il regolamento in formato pdf cliccando qui.

Richiesta di un nuovo contratto di Irrigazione

  • Scaricare il modulo di "Istanza nuovo contratto"
  • portare il modulo compilato e firmato in ogni sua parte, presso l' Ufficio d' Irrigazione in Aci Catena  - Via Virgilio 9  oppure spedirlo a mezzo Fax al numero 095 49 75 99 allegando un documento di riconoscimento.

Allegati